Statement

Cosa è Vektorelle

  • Vektorelle è un gioco ingegnoso aperto a mille possibilità
  • Alfabetizza il bambino rispetto al rapporto tra spazio e numeri
  • Rappresenta una rivoluzione di metodo nella comprensione dello spazio cartesiano
  • È un sistema consistente dal punto di vista logico e matematico
  • Prepara per passi favorendo l’accesso a materie complesse

“Gioco ingegnoso”

   Ogni cubo di Vektorelle vale uno “1” ed al tempo stesso racchiude le tre informazioni che definiscono un punto nello spazio, X, Y e Z.  Le facce dei cubi si attaccano tra loro seguendo una direzione positiva o negativa, + o -. Possiamo agganciare i cubi su ogni lato in ogni direzione per tutte le facce, sopra-sotto, destra-sinistra, avanti-indietro; contrariamente ai blocchi che consentono solo l’aggancio monodirezionale sopra-sotto.

   Possiamo giocare alle costruzioni libere o con figure da libretto. Possiamo utilizzare i cubi nei divertentissimi giochi da tavolo combinati con carte, dadi, pedine ed accessori. Senza saperlo eserciteremo sempre il principio di X, Y, Z, segno più e segno meno nell’atto stesso di giocare. Poi, quando sarà il momento, più avanti, potremo costruire con gli stessi cubi le tre coordinate cartesiane. Li utilizzeremo con la naturalità di un gioco, non più per puzzle e rompicapo ma per consolidare principi matematici, aggiungere segmenti, definire solidi algebrici, visualizzare delle curve. Potremo far correre le curve non più sulla lavagna ma nello spazio reale. Potremo “toccare” la curva! E la grandezza reale di quella curva, la sua percezione, sarà uguale e chiara per tutti, alunni ed insegnanti ad un tavolo, in una classe, in una scuola, tra scuole di diversi paesi e lingue . 

“Favorisce l’alfabetizzazione del rapporto tra spazio e numeri”

    Vektorelle è uno strumento innovativo di divulgazione del principio astratto di spazio cartesiano. Viene sorpassato l’insegnamento frontale e teorico, approccio storico necessariamente spostato in avanti nel ciclo scolastico. Il principio si rende accessibile a più età e sensibilità del bambino e del giovane adolescente attraverso l’atto pratico del giocare. L’intelligenza numerica e quella spaziale sono stimolate simultaneamente, secondo chiavi quali colore, forma, incastro, gioco libero e narrazione. Si creano le basi dell’accesso alle successive tappe della formazione, esercitando aree dell’apprendimento che saranno utili alla reale comprensione di nozioni più complesse. Lo strumento è fluido, trasversale a casa e scuola, privo di demarcazione netta tra strumento didattico e gioco.

“Rivoluzione di metodo”

   Vektorelle porta nello spazio degli oggetti reali, lo spazio fisico, la spiegazione astratta dello spazio cartesiano. Lo fa attraverso i suoi cubi unici, in forma consistente; ovvero, in forma misurabile e non contraddittoria. Sul tavolo di casa, sul banco di scuola, o sotto l’albero di un parco.

“È un sistema consistente”

   La consistenza è la qualità che definisce la riconoscibilità e, nell’apprendimento, l’imprinting corretto di un elemento come ad esempio una lettera dell’alfabeto o la forma di un numero. La mancanza di consistenza è ciò che favorisce l’interpretazione e l’errore. Nella primissima fase di apprendimento di un segno o di un principio la consistenza è fondamentale per la definizione di un modello di riferimento grazie al quale potremo poi muoverci liberamente. Senza saper riconoscere correttamente le lettere dell’alfabeto non potremmo articolare parole o frasi di senso compiuto.

   Il rapporto tra spazio e numeri, ovvero la consapevolezza di cosa è un punto nello spazio, è fondamentale per tante materie che si incontreranno nella carriera scolastica: matematica, geometria, fisica, chimica, disegno. La corretta mappatura mentale dei punti nello spazio è un concetto semplice, accessibile all’intelligenza di base, poco esercitato. Può essere acquisito in modo sereno e sopratutto consistente, nei tempi naturali e non tardivi di potenziamento dell’intelligenza numerica.

“Prepara per passi”

   Preparare per passi significa ridurre la fatica alla comprensione. Favorire  la scoperta spontanea del concetto, per progressione, attraverso il gioco e la condivisione dell’esperienza. Ridurre il rischio di rigetto dell’argomento significa limitare gli atteggiamenti successivi di fuga emotiva dalle materie correlate all’argomento.

Composizione del progetto

Parte Open Source, setGIULIA“: Set nato per bambini ipovedenti ma liberamente adattabile alle esigenze di tutti. Set didattico completo, pensato per fini non industriali né commerciali. Lo strumento è di libero accesso vektorelle.com/giulia

Parte commerciale: Parte per la quale siamo alla ricerca di un publisher già attore nel comparto dei giochi intelligenti, giochi da tavolo o giocattoli e con un forte commitment rispetto alla sostenibilità. Un publisher che lavori già con plastiche riciclate, bioplastiche, o piani di compensazione d’impatto ambientale con strategia a lungo termine di transizione dalle plastiche tradizionali a quelle bio-sostenibili. Nuove bioplastiche con sufficienti caratteristiche meccaniche, di stabilità dimensionale, durata, sono accessibili e possono essere impiegate per una produzione. Il potenziale di applicazione per tipologia di giochi, da tavolo, costruzioni, didattici o d’intrattenimento, k-12 fino a tutte le età, è esteso. Lavoriamo per i bambini, non possiamo pensare di produrre in modo non accessibile e non sostenibile.

Cosa vi diamo ed a chi ci rivolgiamo in questo momento

   In questa fase di divulgazione dello strumento, tutti i prototipi funzionali e tutte le nostre risorse, sono finalizzate a fornire completo supporto ai professionisti dell’educazione che vogliano conoscere lo strumento, essere facilitati nel suo utilizzo, comprenderne l’accesso alla sua parte Open Source.

Aggiornato al 29 Ottobre 2020

Facebook
Instagram